Bollettino dell’Istituto di Patologia del Libro

¬Bollettino del Regio Istituto di patologia del libro

1939-1946

Il Bollettino del Regio Istituto di patologia del libro (online: clic) fu pubblicato con cadenza trimestrale a cura del Regio Istituto di patologia del libro (istituito il 23 giugno del 1938 e finalizzato ad attività di ricerca e restauro) dal n. 1, gennaio/marzo 1939 al n. 1 gennaio/marzo 1946 (sospeso dal 1943 al 1945), per un totale di 17 numeri;

Bollettino Istituto Patologia del libro_1946-1953

1946-1953

da esso derivò, con numerazione continua, il Bollettino dell’Istituto di patologia del libro col n. 2 dell’aprile/giugno 1946, pubblicando 12 fascicoli fino al n. 1/2 del gennaio/giugno 1953; ancora con numerazione continua, si trasformò dal  n.3/4 del luglio/dicembre 1953 nel Bollettino dell’Istituto di patologia del libro Alfonso Gallo, che pubblicò 35 fascicoli fino al n. 1/4 del gennaio/dicembre 1972. A sua volta questo cambiò dizione in Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro Alfonso Gallo col numero unico 1973/1974, mantenendo la numerazione continua, e pubblicò 8 fascicoli a cadenza indeterminata ogni anno o due, in volume unico, sino a quello del 1984/1985. Tornato Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro, edito a Roma dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, pubblicò 5 fascicoli dall’a. 40 del 1986 all’a. 44/45 del 1990/1991. Seguirono 19 fascicoli di CAB newsletter : conservazione negli archivi e nelle biblioteche, con diversa numerazione, dal N. 1 (luglio/agosto 1992) al numero unico (luglio/dicembre 1995); 45 fascicoli della nuova serie della stessa, da N. 1 (gennaio/febbraio 1996) – a a. 9, n. 2/4 (aprile/dicembre 2004). Il Bollettino fu pubblicato come Quinio : International  journal on the history and conservation of the book, dal N. 1 (1999) al n. 3 (2001).

Sequenza di pubblicazione

(vd. anche: clic)

  • Bollettino_1953-1972

    1953-1972

    Bollettino del Regio Istituto di patologia del libro: A. 1, n. 1 (gen/mar. 1939) – a. 5, n. 1 (gen/mar. 1946) (sospeso 1943-1945)

  • Bollettino dell’Istituto di Patologia del Libro: A. 5, n. 2 (apr/giu 1946) – a. 12, n. 1/2 (gen/giu 1953)
  • Bollettino dell’Istituto di patologia del libro Alfonso Gallo: A. 12, n. 3/4 (lug./dic. 1953)-n. 1/4 (gen/dic 1972)
  • Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro Alfonso Gallo: A. 32 (1973/1974) – a. 39 (1984/1985)
  • Quinio : international journal on the history and conservation of the book

Note storiche

Il Bollettino rispecchia gli studi e le attività portati avanti dall’Istituto di patologia del libro nel corso dei decenni della sua storia.

Il  Regio Istituto di patologia del libro fu creato il 23 giugno del 1938  su progetto di Alfonso Gallo con la finalità di sostentare lo studio del libro nella prospettiva storica e nell’ottica delle sue componenti materiali, dell’approfondimento scientifico.

Bollettino Istituto Patologia del libro restauroLe attività di ricerca e di formazione altamente specialistica furono tese alla conoscenza, conservazione e restauro dei materiali librari conservati nelle biblioteche italiane.  Nel 1975 (L.805/1975) l’Istituto fu inserito tra gli Istituti centrali del neo Ministero per i Beni Culturali e Ambientali.

L’attività di ricerca si avvale di vive collaborazioni con le principali istituzioni nazionali e internazionali del settore: dal Consiglio nazionale delle ricerche alle Università, alle organizzazioni internazionali impegnate nel campo della conoscenza e della conservazione del libro antico e moderno.

Nel corso di più di mezzo secolo, nell’Istituto si sono effettuate ricerche incentrate sulla storia tecnologica del libro, in specie negli anni Ottanta indirizzate dalla archeologia del libro, volta alla ricostruzione della cultura materiale che ha segnato la manifattura del libro antico. I laboratori si sono occupati sia della conservazione preventiva sia dell’intervento di restauro del libro.

1973-1985

1973-1985

E’ stato incrementato dunque il prestigio internazionale dell’ICPL nel campo del restauro dei beni librari via via che ad esso venivano affidati interventi rilevanti, come sulle 35 carte del Decameron di Boccaccio, rinvenute alla fine dell’Ottocento dall’avvocato Fabio Vitali all’interno di un incunabolo stampato a Ulma nel 1478: le carte, risalenti alla seconda metà del XIV secolo e redatte da mano coeva a Boccaccio, sono state sottoposte a un particolare tipo di restauro, con teso al recupero delle aree compromesse dal riuso; o sul manoscritto Piana 3.207 conservato presso la Biblioteca Malatestiana di Cesena, codice di grande formato, membranaceo, risalente al XIII secolo, riccamente miniato e contenente il Decretum Gratiani;

Bollettino Istituto Patologia del libro_1986-1991

1986-1991

l’Istituto inoltre è entrato a far parte del gruppo di collaborazione per la conservazione dei rotoli del Mar Morto ed è stato scelto come responsabile del progetto di recupero dei frammenti membranacei di Corano, risalenti al settimo e ottavo secolo, fortunosamente venuti alla luce nella Grande Moschea di San’a in Yemen.

L’ICPL ha fornito il suo supporto all’organizzazione tecnica e normativa, ne è stata richiesta la consulenza per la soluzione dei problemi della conservazione e del restauro nelle biblioteche statali italiane (in particolare intervenendo nella campagna di lotta contro le infestazioni termitiche, nel censimento dei danni causati da bombardamenti, crolli e incendi, nel recupero del materiale danneggiato con l’alluvione di Firenze, nel recupero dei volumi appartenuti a Cesare Pavese danneggiati dall’esondazione del Tanaro (6 novembre 1994).

CAB_1992-1995

1992-1995

Dalla fusione dell’Istituto centrale di patologia del libro con il Centro di fotoriproduzione legatoria e restauro degli Archivi di stato (CFLR) sarebbe poi nato nel 2007 l’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario (ICRCPAL), finalizzato oltre che alla didattica, al restauro dei beni archivistici e librari, alla ricerca finalizzata alla conoscenza, alla tutela e alla conservazione dei materiali archivistici e librari appartenenti allo Stato e ad altri Enti pubblici, alla promozione e valorizzazione dei beni suddetti, mediante iniziative e progetti condotti in collaborazione con le principali istituzioni nazionali e internazionali.

Descrizione biblioteconomica

CAB_1996-2004

1996-2004

Bollettino del R. Istituto di patologia del libro
*Bollettino del R. Istituto di patologia del libro. – A. 1, n. 1 (gen. 1939)-a. 5, n. 1 (mar. 1946). – Roma : [s. n.], 1939-1946. – v. : ill. ; 24 cm ((Trimestrale, sospeso dal 1943 al 1945.

Bollettino dell’Istituto di patologia del libro
*Bollettino dell’Istituto di patologia del libro. – A. 6, n. 1 (gen. 1947)-a. 12, n. 4 (ott. 1953). – Roma : [s. n.], 1947-1953. – v. : ill. ; 24 cm ((Trimestrale

Bollettino dell’Istituto di patologia del libro Alfonso Gallo
*Bollettino dell’Istituto di patologia del libro Alfonso Gallo. – A. 13, n. 1 (mar. 1954)-a. 31, n. 4 (mag. 1972). – Roma : Palombi, 1954-1972. – v. : ill. ; 24 cm

Supplementi

Bollettino_1983 Quaderni

Quaderni, 1983

Al Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro “Alfonso Gallo” si affiancò la pubblicazione di un numero unico di Quaderni, del 1983, edito a Roma dall’Istituto centrale per la patologia del libro.

In Emeroteca

[DA AGGIORNARE] Il Bollettino del R. Istituto di patologia del libro non è disponibile in Emeroteca.

Bollettino Istituto Patologia del libro documentazione[DA AGGIORNARE] Il Bollettino dell’Istituto di patologia del libro e il Bollettino dell’Istituto di patologia del libro Alfonso Gallo, dal 1946 al 1961, sono conservati in emeroteca per un totale di 26 fascicoli (annate complete dal 1947 al 1960).

[DA AGGIORNARE] Il Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro Alfonso Gallo, il Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro (dal 1986 al 1991), il Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro Alfonso Gallo, poi Bollettino dell’Istituto centrale per la patologia del libro, edito a Roma dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato; CAB newsletter : conservazione negli archivi e nelle biblioteche,  Quinio : International  journal on the history and conservation of the book, il numero unico di Quaderni, del 1983, non sono presenti in Emeroteca.

Vedi disponibilità d’archivio:  Bollettino dell’Istituto di Patologia del Libro (PDF)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...